Rifiatare

 mare

La porta che chiudo alle mie spalle fa più rumore di quanto vorrei. Scendo le scale in fretta. Ho urgenza, urgenza di calmarmi, liberarmi della rabbia che mi è montata dentro, tanto da spingermi a cercare aria, di riprendere a respirare, rifiatare.

Non ho deciso dove andare, contavo di pensarci poi, ma accendo il motore e varco il cancello di casa priva di idee. Ho bisogno di cambiare il ritmo dei miei pensieri, per rientrare in armonia col mondo. Per tutto questo non servono uomini, è da loro che metto spazio, ma di orizzonti in cui perdermi. 

Un pò di sconforto scalza la mia rabbia mentre percorro chilometri senza meta. Sono troppo lontana dal mare, e non c’è verde in cui immergermi. Terra mia… 

Alla fine decido di fermarmi, sono davanti ad un outlet che almeno si presenta bene. Le poche persone che incrocio mi sembrano troppe per ritrovare un pò di pace. La giornata è splendida, qualcuno piuttosto che guardare vetrine ha preferito sedersi su una panchina con il viso rivolto al sole. Ma io non sono tipo da faccia al sole e ancora meno da vetrine.

Faccio un breve giro, poi con un sospiro mi riavvio al parcheggio: il tempo a mia disposizione è scaduto. Dopo pochi attimi il mio cellulare comincia a squillare. Ma dove sei? e di nuovo Ma quando torni? Tranquilli sto tornando.. non sono emigrata… Non ancora, penso.

Panorami.. paesaggi.. niente di tutto questo La mia anima non si è placata ed il cuore duole un pò.

Missione fallita.

 

Milena Campagnuolo (25 maggio 2013)

 

 

5 Risposte to “Rifiatare”

  1. Angelo Says:

    Lo rifarai di nuovo… il nostro animo sa cosa ci serve… noi lo ostacoliamo con mille domande. Spesso ci innamoriamo della nostra mente, dimenticando che vivere non è il luogo dei ragionamenti, ma degli istinti.

  2. Anna Di Maria Says:

    Ogni tanto è necessario andare via senza una meta, per sbollire la rabbia che si ha dentro che alcune volte ci fa poi dire cose che non avremmo voluto dire. Tornare? Sì ma se è davvero quello che vogliamo…
    Abbraccio forte forte

    • Si ritorna, si ritorna sempre da coloro che si amano… Detesto la rabbia. Incattivisce e rende peggiori. Riuscire a farla sbollire è un gran dono che io non credo di avere o, almeno, non sempre.
      Ti abbraccio forte anch’io

  3. Adesso è trascorso un po’ di tempo, non so se hai ritentato di metterti in sintonia col mondo, a me in compagnia è sempre stato difficile. Passo per salutarti preso da una grande malinconia per me, per questi luoghi e quelli che li abitano. Una malinconia di cui non so capire i motivi. Un forte abbraccio

    • Ci sono volte in cui si può essere in compagnia di se stessi. Non so se la tua malinconia sia uguale a quella che è la mia, ma non mi pace quando calpesta le mie stesse orme.
      Mi ha fatto piacere il tuo passaggio. Davvero. E’ dare un senso a questo nostro essere sul web.
      Ti abbraccio forte anch’io.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: