Genitori al tempo della crisi

 

.

.

Mi sento l’ultimo dei papà”. A parlare con voce poco ferma è un lavoratore che teme per il proprio posto di lavoro. E mi arrivato l’ultimo di tanti pugni al cuore … 

Papà, dice, non padre, suono che l’anima traduce con calore, coccole, abbracci. E’ un papà che trasuda dolore e sconfitta, perchè essere genitori al tempo della crisi è ancora più difficile.

Sono lontana in tempo e spazio e non posso raggiungere quel padre, ma vorrei essere lì, con lui, per scuoterlo con forza e urlare che un papà è sempre un papà anche e soprattutto quando deve dire ad un figlio un no, e un no pesante. Perchè è con  “No, non abbiamo i soldi per la tua università” che si tiene forse la più importante lezione di un boccone amarissimo da ingoiare con dignità.

Ma so che qualsiasi cosa possa dire o fare non servirebbe a molto…. è terreno minato, perchè essere genitori al tempo della crisi è difficile e richiede tanta forza per non rimanerne travolti.

 

Milena Campagnuolo ( 23 agosto 2012)





2 Risposte to “Genitori al tempo della crisi”

  1. Premetto che tento da un paio di giorni di lasciare questo commento: l’incompatibilita’ tra piattaforme mi ha veramente stancato. Riproviamoci.
    E’ vero cio’ che dici’, la crisi, qualunque crisi, rende il mestiere di genitore ancora piu’difficile anche perche’ abbiamo messo al mondo alcune generazioni veramente sciocche e inconcludenti. Colpa nostra!! Ma in questo contesto il valotreeducativo di un sacrificio e lo stimolo verso una rivoluzionesono ancor di piu’ gratificanti; rappresentano anche l’ultima spiaggia prima di regredire ad uno stato d’insipienzza prima d’ora sconosciuta.

    • Conosco la tua difficoltà sul lasciare commenti, perchè spesso è la mia.
      Molto complesso il ruolo di genitore in un momento così difficile. Ho tuttavia avuto modo nel tempo di rivedere l’opinione che avevo della nuova generazione quando ne ho potuto respirato la sensibilità, la fragilità e con la sola certezza di non averne alcuna. Questo senza differenza di sesso. E la nostra maggior colpa, nei loro e nei nostri confronti, è stata quella di aver permesso che si arrivasse a questo….

      Buon we

      ^_^

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: