Pensieri


“Mettili via.” E’ un adolescente a parlare. Sta raccomandando ad una donna, presumibilmente la madre, di riporre i documenti che le sono appena serviti al gate del loro volo.

Sono in tre, una madre e due ragazzi, un maschio e una femmina. Sono arrivati correndo come se fossero inseguiti da un demonio, ma in realtà erano loro ad inseguire,  inseguivano l’autobus che porta all’aeromobile.

La donna chiude la zip della borsa nella quale ha riposto tutto e rifiata chiacchierando con la ragazza.

Il ragazzo continua a fissarla, come a frugare in ogni tratto, ogni segno di quel volto stanco… di più…stremato, che sembra portare dentro la fatica delle troppe cose da fare tutte assieme e per troppe volte. O forse sono io che appiccico a tutte le altre donne quello che vedo sul mio di volto, segnato anche quando i ritmi sembrano rallentare,  segnato a prescindere. 

Continuo ad osservare lo sguardo attento di quel ragazzino. Racconta di preoccupazione, di cose non dette, domande mai formulate… e mi chiedo quali pensieri creino ombre in quegli occhi così giovani, ombre che ho già incontrati in altri sguardi giovani mentre si posavano sulle loro mamme  funambole, talvolta vinte.

Poi… poi si aprono le porte e ci incamminiamo verso l’aereo prendendo direzioni diverse. Il nostro tempo insieme è finito.

…. pensieri strambi che mi accompagnano in questo anno bambino.

Milena Campagnuolo (1 gennaio 2012)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: