Solo un caso?

                       
           

Sono al pc, lo sguardo scorre una cartella. Apro un file, uno qualsiasi. Che strano! Leggo di un sentire molto simile a quello che ho appena buttato giù e fatto ingoiare al mio foglio word.

Forse alcune cose sono stagionali, stati d’animo che si vivono e si rivivono ciclicamente o molto più semplicemente sono sempre dentro e, ogni volta che nello strato di scorza che li rende silenti si crea una piccola crepa, emergono colpendo ed infierendo come non mai.

La casualità mi fa comunque sorridere. Mi piace. Mi piace perdermi inseguendo pensieri un po’ balordi che rendono più credibili i sogni-sogni, quelli decisamente improbabili da realizzare, da riuscire a vivere. E allora mi abbandono alla voglia sfrenata che ho di credere  e cedere al fascino dell’universo di percezioni, intuizioni, istinto puro che anticipa e sorprende, proiettando più lontano ed  oltre la razionalità, la gabbia  imposta dai nostri sensi.

 

È tardi, devo andare, meglio smettere di inseguire sogni.  Prima di uscire svuoto il portamonete delle tante monetine. Una curiosa gestualità che serve solo ad alleggerire, o ad illudermi di farlo, il peso esagerato di quella che mi ostino ancora a chiamare borsa. Non so inseguendo quale pensiero o logica lascio dov’è una monetina da 10 centesimi…

 

“Mi mancano solo 10 centesimi, per caso li hai tu?”. Sono al parcheggio e a rivolgermi la domanda è stato un mio collega che sconsolato guarda la macchinetta automatica per il pagamento della sosta. Beh, sono preparata, so di avere quello che serve, ma rimango un po’ perplessa mentre gli recupero la moneta.

 

Mi guardo attorno e vedo un cartello PUNTO DI RISTORO, definizione altisonante per la presenza in un piccolo spazio di due tristi distributrici automatiche di bevande e merendine, extrema ratio mi sembra più plausibile il REGALATEVI UN MOMENTO DI RELAX che compariva sullo stesso tipo di macchina nella mia ex-azienda. Già! La mia ex-azienda… , la sua sede è proprio qui dove sono, mi chiedo se mi capiterà di incontrare qualcuno dei miei ex-colleghi. Mi rimbalza l’immagine di un uomo sorridente con un pullover rosa brillante che urla e dice di un cielo che può essere solo terso e null’altro, guance un po’ arrossate, uno sguardo derubato delle pagliuzze scintillanti, come l’incertezza continua del domani riesce a fare e molto bene…. Ma oggi funziona così, anche per la generazione sbagliata. Ritorno in me, al mio concreto, mi incammino fra la folla.

“Signora bella, come stai? Ho seguito la scia del tuo profumo…”.

A parlare è stato un uomo sorridente, con le guance un po’ arrossate, gli occhi una volta brillanti. Un  brivido di paura mista ad inquietudine scorre lungo la schiena, indossa un pullover… ocra. Tiro un sospiro di sollievo, prima di abbracciarlo. Mentre lo stringo forte, sorrido di me e delle mie paure.

“Tu non mi crederai, ma stavo pensando proprio a te”.

 

È passato qualche giorno e ancora sorrido di quell’incalzante susseguirsi di eventi che voglio svestire da casualità. Mi distoglie il ronzio del cellulare “Pronto”.

 “Hello! Pronto” riconosco la voce di una cara amica. Ne avverto la mancanza e  mi rammarico, come sempre, per il numero di chilometri che ci separa.

“Ehilà! Che bella sorpresa! Che si dice nella vecchia Inghilterra?”

Con ironia replica  “Non saprei proprio, sono in ferie. Sono in Italia con mio marito, a Milano. Tu dove sei di bello?”

Nella mia voce un’impercettibile esitazione, un brivido sulla schiena che riconosco.

 “Sono a Capodichino, sto per imbarcarmi per… Milano Linate”.

Una breve pausa,  poi mi scuoto e mi ricordo di essere quella che sono e, prima che possa replicare, aggiungo “Ho due ore prima di una riunione. Vogliamo vederci? Puoi? ”

 

Milena Campagnuolo (29 ottobre 2009) 

         

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: