Una piccola Grande Donna

 

In un  Paese che dà lustro di sè grazie a coloro che io amo chiamare ‘i nostri Grandi Vecchi’ a brillare al di sopra e più di tutti c’è lei, una piccola Grande Donna.

 

        

 

Ed il suo messaggio c’è tutto in un articolo pubblicato nella primavera 2006 che il caso ha voluto avessi conservato. Altro momento, altra epoca, lei… uguale.

Una donna

Maria Novella Oppo

 

Come il nostro grande Staino ha fatto dire a Bobo, ormai ci stiamo abituando a soffrire. Ma non è che siamo diventati masochisti: ci abitueremo anche a vincere. Tanto vale che Berlusconi e sottoposti se lo mettano in testa. Perché alla fine abbiamo vinto, seppure dopo una giornata e una nottata di sgambetti e veleni da parte di quelli che non sanno perdere, ma si dovranno abituare pure loro. Osservata per ore in diretta tv (sia Rai che Sky), l’elezione dei presidenti di Camera e Senato ha dimostrato come l’inquadratura fissa e la noia di quei nomi ripetuti, possa dare emozioni da grande thriller procedurale. L’acme di passione è stato raggiunto ogniqualvolta la senatrice Rita Levi Montalcini era inquadrata mentre attraversava la sala per andare a mettere il suo voto nell’urna. Candida e trasparente come una farfalla di vetro, ha mostrato tutta la forza e la volontà di una vita spesa per l’intelligenza. Da ieri il Paese ha un motivo in più per esserle grato e per capire la distanza che c’è tra una donna e una Santanché.  

Milena Campagnuolo (22 aprile 2009) 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: